Ciaspolate Escursionismo Invernale

Rifugio Viola m.2314 – Val Viola

Scritto da
il
5 Dicembre 2017

La neve ha iniziato a cadere e noi ne approfittiamo subito per la prima ciaspolata della stagione 2017/18. Come ogni grande giornata, sveglia presto, prepariamo le nostre cose e via direzione Bormio. Sono le ore 9.30, il termometro segna – 5, e dopo aver parcheggiato l’auto in prossimità del tornante in località Arnoga, iniziamo la nostra escursione verso il Rifugio Viola attraversando tutta la Val Viola Bormina. La prima parte del sentiero è battuto e con poca neve, quindi le ciaspole non servono, ma dopo circa un ‘ora e mezza, in prossimità del parcheggio Altumeira m.2065 le indossiamo, quindi iniziamo a salire dolcemente. Dopo poco usciamo dal bosco e il panorama si apre sull’Alpe Dosdè m.2129, posta sul fondo della valle all’imbocco della Val Dosdè , e di fronte le cime con il Corno Dosdè, un vero spettacolo! Noi proseguiamo e dopo aver passato le baite Altumeira m.2125 giungiamo ad un bivio, la traccia va a sinistra ma noi andiamo a destra in direzione Rifugio Viola. Così iniziamo a tracciare la via verso il Rifugio, alternandoci, poichè la neve è molto soffice, e così a fatica raggiungiamo l’imbocco della piana dove il Lago Viola riposa sotto una coltre di neve e sullo sfondo in lontananza vediamo il Rifugio Viola m.2314. La temperatura è rigida, non siamo mai saliti sopra lo zero e qui la temperatura è ancora più bassa, le dita dei piedi iniziano a non sentirsi più, ma la voglia di raggiungere la meta ci dà la forza per andare avanti. Sono le ore 12.00 e in circa 45 minuti siamo al Rifugio Viola! E qui non ci sono parole né foto che possono descrivere la gioia, ma anche la sofferenza, nell’essere arrivati fino a qui! Soli nella valle con il termometro sotto lo zero di più di 10 gradi, seduti sull’unica panchina non coperta di neve davanti ad un tiepido sole che comunque non riesce a scaldarci!! Non so perché lo facciamo, l’unica cosa è che ci fa stare bene, la natura anche in questo contesto severo ci regala qualcosa, senza il bisogno o la pretesa di raggiungere cime importanti..Dopo pochi minuti di relax …via…riprendiamo di buon passo le tracce che noi abbiamo fatto poco prima e in circa un’ora siamo alle baite Altumeira.

Per il ritorno riprendiamo la strada dell’andata e per le ore 16.00 siamo alla nostra auto.

Giornata memorabile di quelle che racconteremo, per il freddo e per la sensazione di essere stati soli nella natura

Photogallery

PERCORSO
ARTICOLI SIMILI
Angelo3Chiara
Caslino d'Erba

Noi che insieme scoprimmo per caso l'amore per la montagna, vorremmo condividere con voi le nostre emozioni e le rare bellezze che in essa incontriamo