Escursionismo

Otto cime intorno a Caslino d’Erba

Scritto da
il
18 Aprile 2021

Domenica 18 aprile 2021, primo week end in “Zona arancione”, la settimana appena trascorsa ha portato pioggia e neve anche a bassa quota, così in questa giornata incerta, scegliamo di restare nei dintorni di casa, dove ci stiamo legando sempre di più, in progetto abbiamo un bel giro che ci permette di collegare tutte le cime che circondano Caslino d’Erba, e per ironia della sorte nessuna ricade nel medesimo comune, sì perché Caslino non ha cime ma ha una folta rete di sentieri, uno più bello dell’altro. Ore 8.00 partiamo, non fa freddo, è nuvoloso e in giro per il paese non troviamo nessuno, seguiamo la strada che ci porta a prendere il sentiero del Barzaghino: salendo la via Ai Rochi  in salita passando diverse villette poi sterrata poi  sentiero,  dopo una decina di minuti si arriva ad un belvedere dove  troviamo un cartello che ci indica il Monte Barzaghino m.1063. Ore 9.00 siamo in vetta, dopo una “cavalcata” breve ma intensa. I cima. Ora seguiamo il sentiero che porta al culmine del Dosso Mattone . II cima. Scendiamo ora fino al bivio con le quattro strade, qui prendiamo una traccia dei cacciatori fino al prato che porta alla bocchetta di Vallunga incrociando il sentiero del Francescanum. Ore 10.00: dalla bocchetta seguiamo il sentiero Cai che porta al Palanzone, in un clima alquanto fresco, in maglietta proseguiamo… nei pressi della Ca’ della Volta, prendiamo una traccia non segnata che porta al monte Orsera m.1107, che raggiungiamo in circa 30 minuti… III cima. Break veloce, esplorando la cima a noi quasi sconosciuta, ritorniamo sui nostri passi per alcuni metri poi seguendo la cresta boscosa arriviamo alla IV cima: il Monte Colma Piana m.1182. Ora in piano seguendo la traccia andiamo a prendere il sentiero che proviene dalla bocchetta di Vallunga abbandonato in precedenza. Qui incontriamo alcuni escursionisti, proseguiamo fino a prendere la cresta sud-est che ci porta alla vetta più alta di oggi: il “nostro” Monte Palanzone m.1436… V cima. Che freddo!! Ci copriamo e senza perdere tempo, scendiamo per la cresta sud che porta alla bocchetta di Palanzone. Ore 11.30: alcune persone “affollano” la bocchetta, noi spediti proseguiamo dritti fino alla VI cima: il Pizzo dell’Asino m.1370. Ore 12.00: è ora di pranzo, in totale solitudine (strano) ci sediamo rilassati mangiando un panino, ammirando il panorama, dove a sinistra troviamo l’itinerario appena percorso e a destra l’itinerario ancora da percorrere… riprendiamo il cammino, scendiamo fino a raggiungere la strada della Dorsale, una volta alla bocchetta di Lemna saliamo alla cima senza nome dove è stata eretta una cappella  dal Cai di Carate Brianza… VII cima. Scendiamo dal sentiero che porta alla Capanna Mara dove poi andiamo al Monte Puscio m.1141. Sono le ore 12.40 e abbiamo fatto la nostra VIII cima!! Qui terminano le cime intorno a Caslino. Contenti, sostiamo alcuni minuti giusto il tempo di decidere da dove scendere, nel mentre qualche goccia di pioggia ci fa prendere la decisione di rientrare dal sentiero dell’Alpetto (oltre ad essere il più breve è anche il più logico se vogliamo rimanere in tema Caslino). Una volta all’Alpetto la pioggia avanza e noi con passo spedito ci affrettiamo a rientrare a casa, che raggiungiamo per le ore 14.00. Gran giro!!! Circa 6 ore di cammino percorrendo un anello, toccando tutte le cime che circondano Caslino d’Erba…

ATTENZIONE: ALCUNI TRATTI PERCORSI NON SONO SEGNATI, IN PARTICOLARE IL SENTIERO CHE PORTA AL MONTE ORSERA E COLMA PIANA, CHE SCONSIGLIAMO DI PERCORRERE A CHI NON CONOSCA BENE LA ZONA! 

 

 

Garmin Connect

Photogallery

PERCORSO
ARTICOLI SIMILI
Angelo3Chiara
Caslino d'Erba

Noi che insieme scoprimmo per caso l'amore per la montagna, vorremmo condividere con voi le nostre emozioni e le rare bellezze che in essa incontriamo