Alpinismo Arrampicata

Cresta OSA al Monte Moregallo m.1276

Scritto da
il
27 Settembre 2020

Diamo inizio a questo periodo di mezza stagione, in cui vorremmo fare tante cose ma con il meteo spesso incerto e poco stabile succede anche che restiamo spiazzati, però quasi sempre ne vengono fuori delle belle uscite, come questa con i nostri amici Andrea a Alessandra! In questa domenica ci troviamo per le 8.30 a Suello pensando di fare una via di più tiri, ma le nuvole che vanno e vengono ci preoccupano, così nell’indecisione andiamo a bere un caffè a Lecco, per schiarirci le idee. Dopo il caffè e due chiacchiere piacevoli, desistiamo da questa idea…troppo freddo… ed è qui che  viene fuori la Cresta Osa. Ottima!  E per di più nemmeno troppo lontana! Quindi andiamo in direzione Valmadrera, parcheggiamo l’auto e ci prepariamo per partire a piedi. Noi titubanti nel partire a farla perché non avevamo tutta l’attrezzatura perfetta con noi, siamo stati convinti dai nostri due soci. Ore 9.30 partiamo a piedi, di buon passo arriviamo all’attacco per le ore 11.00 . Ci prepariamo con il nostro imbrago, casco e scarpette, ferraglia varia, e attacchiamo la via: partono prima Andrea e Alessandra, poi andiamo noi. Avendola già fatta conosciamo i punti più critici. Ci ricordiamo del terzo tiro un pò delicato, una paretina con un cavetto di acciaio… che ora non c’è più, quì,  il 16 maggio 2020 c’è stata una parziale frana della cresta che ne ha in parte cambiato la usa conformità, senza però modificare il grado di difficoltà della stessa. Dopo questo tiro ci aspetta il camino, e proprio alla sua sommità Andrea ha aspettato Angelo che in grande stile e senza pensarci troppo lo ha superato. Sono le ore 14.00 circa, da qui ancora un tratto a tiri e conserva, ma guardando il cielo che nel frattempo è diventato minaccioso, insieme a qualche gocciolina di pioggia, decidiamo di abbandonare la cresta e quindi non arrivare in vetta, prendiamo il sentiero che proprio in quel punto ci permette di collegarci a quello di discesa. Idea saggia visto che di lì a poco un tuono ci fa sobbalzare,  di corsa scendiamo prima che il tempo peggiori. Fortunatamente poco dopo smette di piovere, esce il sole… e fa anche caldo… tra un copriti e scopriti, chiacchierando allegramente arriviamo alla  macchina per le ore 16. A conclusione di questa pazza giornata, andiamo al Cielo e Terra per una birra e piadina tirando “tardi”, prima del rientro alle nostre vite settimanali. Un ringraziamento ai nostri amici Andrea e Alessandra che ci hanno tirato dentro in questa giornata divertente che ricorderemo con gioia.

 

Photogallery

ARTICOLI SIMILI
Angelo3Chiara
Caslino d'Erba

Noi che insieme scoprimmo per caso l'amore per la montagna, vorremmo condividere con voi le nostre emozioni e le rare bellezze che in essa incontriamo