Ghiaccio

Val Bione – Promo Ice

Scritto da il 26 Gennaio 2018

Domenica 21 gennaio, una data da ricordare, essendo per noi la prima volta sul ghiaccio verticale! Oltrelaverticale Guide Alpine organizza diverse giornate per scoprire la scalata su cascate di ghiaccio, e noi non potevamo non approfittarne per cimentarci in questo ambiente che da qualche tempo ci incuriosisce. Così ci organizziamo con Matteo Piccardi per questa domenica: ore 6.00 ritrovo a Bione (Lc), destinazione Ponte di Legno (Bs). Angelo3Chiara, Alex e Gabriele, si conquistano questa giornata alla scoperta del ghiaccio, insieme ai ragazzi del corso base.  Giunti a Ponte di Legno alle ore 9.15 prendiamo la seggiovia che ci lascia al ristorante Capanna Valbione. Da qui seguiamo il  sentiero sulla destra che in circa 40 minuti ci porta alle cascate della Valbione, Conca di Brivido Caldo, un anfiteatro naturale immerso nella neve fresca scesa durante la notte. Giunti alle cascate ci prepariamo: ramponi, imbrago, guanti e casco, pronti per scalare. Fa freddo! Il sole si nasconde! E noi? Lì,, catapultati in un ambiente a noi sconosciuto, ma la compagnia e le guide alpine ci aiutano a sentirci a nostro agio…e in un attimo ci troviamo a scalare la parete di ghiaccio davanti a noi. Sensazioni ed emozioni ci attraversano: le picche tra le mani, i polpacci in tensione, il ghiaccio che si rompe, e il freddo…tutti elementi che noi viviamo in modo intenso. Dopo alcune salite iniziamo a capire il ghiaccio, quindi iniziamo a divertirci, ma la stanchezza si fa sentire, e purtroppo ci condiziona le salite successive. Così arriva l’ora di rientrare , il sentiero in discesa prima della seggiovia ci regala gli ultimi momenti in questo luogo magico, e in circa 40 minuti siamo alla seggiovia, e poi alla macchina. Prima del rientro a Bione, ci fermiamo a bere una birretta e a mangiare un panino mentre ci raccontiamo la giornata appena trascorsa.

Che dire? Il ghiaccio è stata una nuova esperienza, dove la parola che più si addice per descriverla è “magica”…Matteo Piccardi è stato il nostro direttore d’orchestra e noi con gli strumenti a nostra disposizione abbiamo fatto del nostro meglio per suonare una “magica sinfonia”..di ghiaccio

 

ARTICOLI SIMILI

LASCIA UN COMMENTO

Angelo3Chiara
Erba

Noi che insieme scoprimmo per caso l'amore per la montagna, vorremmo condividere con voi le nostre emozioni e le rare bellezze che in essa incontriamo