Alpinismo Invernale

Canale SEM – Zuccone Campelli

Scritto da il 29 Dicembre 2018

Quale più bel regalo di compleanno di un’uscita con una guida alpina. Così per i 40 anni di Angelo si va con Oltrelaverticale Guide Alpine  per un’uscita di misto nello spettacolare ambiente dello Zuccone Campelli, per affrontare il Canale SEM. Oggi ci accompagna il mitico “Pota”, ossia Matteo Piccardi, e dopo il ritrovo al Bione ci dirigiamo verso la funivia che ci porta ai Piani di Bobbio. Parcheggiamo e dopo la coda per salire finalmente arriviamo ai Piani di Bobbio: non freddissimo, e dopo aver lasciato i molti sciatori che si preparano per la loro giornata, ci dirigiamo verso il Rifugio Lecco. Da qui lasciamo “la civiltà” per dirigerci  nello splendido anfiteatro del Gruppo dei Campelli. Saliamo alla base della parete da dove finalmente riusciamo a vedere il Canale SEM. Ci prepariamo: casco, imbrago e ramponi, poi si parte…saliamo tra rocce e poca neve senza particolari difficoltà e una volta giunti in sosta sotto al passaggio chiave siamo belli carichi: dopo Matteo che con tranquillità lo supera, tocca a noi…e con un pò di fatica e coraggio lo superiamo anche noi. Arriviamo in sosta, e dopo qualche battuta sui vari stili di scalata di ognuno di noi,  si riparte. Saliamo fino ad una paretina verticale un pò impegnativa che scalando con picche e ramponi, riusciamo a superare, dopo di che il tiro finale che attraverso un lungo canale ci porta sulla cresta dove un caldo sole e una vista mozzafiato ci aspettano. Magnifico il panorama davanti a noi: da una parte le Orobie, dall’altra il Gruppo delle Grigne, e il Resegone… Dopo le foto di rito ci dirigiamo verso la discesa con già un pò di nostalgia per dover lasciare questo magico luogo e contenti per essere riusciti nell’impresa. Un doveroso grazie va  alla nostra guida e amico Matteo che ci ha dato la possibilità di provare delle belle emozioni su un terreno a noi sconosciuto. Così per il Canale dei Camosci giungiamo alla base della parete e ci incamminiamo fino alla funivia per poi prendere  l’auto. Da quì ci dirigiamo verso Lecco per un interessante aperitivo dove in bella compagnia ci raccontiamo la nostra giornata e ci facciamo gli auguri per un 2019 “In the mountains”.

ARTICOLI SIMILI

LASCIA UN COMMENTO

Angelo3Chiara
Erba

Noi che insieme scoprimmo per caso l'amore per la montagna, vorremmo condividere con voi le nostre emozioni e le rare bellezze che in essa incontriamo